All posts tagged: tartare

Ortobello, mangiare bene al chiringuito di San Siro

Articolo di Davide Fontana e Sara Brusoni Di fronte al Chirinquito di San Siro si trova Ortobello, un bar-ristorante dove potrete gustare pietanze semplici, sempre fresche e genuine dalle 9.00 del mattino fino alle di 2.00 di notte. Da Ortobello si inizia la giornata con un’ottima colazione a base di dolci artigianali (anche senza glutine) a seguire brunch dolce e salato. Per pranzo vi è un’ampia scelta di hamburger, club sandwich ed insalate di stagione. La cucina ha come filosofia predominante il rispetto delle materie prime e la genuinità degli ingredienti. Tutti i prodotti da loro utilizzati provengono da piccoli produttori presenti, prevalentemente sul territorio lombardo e in alcuni casi in tutta Italia, la ricerca dei due proprietari è continua, si percepisce la passione per questo lavoro e tutto l’impegno che ci mettono nel proporre una cucina semplice ma di qualità, adatta davvero ad ogni momento della giornata. Bellissima è l’attenzione verso il cliente,  l’atmosfera è allegra e cordiale. Che sia pranzo, cena o uno spuntino notturno vi sentirete sempre a proprio agio. Gli ortaggi …

L’Abruzzo a Milano

Un angolo d’Abruzzo a Milano, il vero Abruzzo, quello accogliente, verace e senza fronzoli. Il Capestrano è un elogio del territorio attraverso le sensazioni che la sua cucina schietta e sincera riescono a trasmettere. LOCATION e SERVIZIO: Il ristorante di trova in una traversa di Via Ripamonti. Dalle vetrate si capisce immediatamente la cura del locale, caldi mattoni a vista, mise en place elegante e pulita e un ambiente rustico chic. Una griglia a vista per cuocere la carne di sicuro impatto e fascino. Il servizio è veloce e attento, i camerieri pronti a spiegare ogni piatto del menù e ad aiutare nella scelta delle portate secondo le proprie preferenze culinarie . MENU: Il menù è ampio e assolutamente fedele alla tradizione abruzzese. Due menu degustazione da 35 e 40 euro, antipasti decisi sia caldi, Pallottine di pane raffermo con uovo e formaggio, servite con salsa al pomodoro (salsa spettacolare) , Mozzarella al forno con tartufo o verdure di campo ripassate con aglio rosso di Sulmona e peperone dolce di Altino, che freddi come i …

Tartare di tonno: una ricetta light supersfiziosa by Marco Dossi

Tartare di tonno alle nocciole con verdure croccanti al sake e grissino al parmigiano. Per 4 persone: 300 gr di tonno pinne gialle 4 cucchiaini di nocciole Peperone rosso Zucchina Finocchio 100 gr di farina 00 5 gr di lievito 20 grammi di parmigiano sale qb olio extravergine ligure lime Tagliare il tonno a cubetti piccoli e omogenei. Tagliare alla brunoise ( piccoli cubetti) In una terrina preparare un emulasione con olio extravergine, una presa di sale, una grattata di pepe, e un lime. Con l’aiuto di un cucchiaio miscelare energicamente gli ingredienti. Nel frattempo amalgamiamo co l’aiuto di acqua tiepida, la farina con una presa di sale e il lievito; aggiungere il parmgiano e formare dei grissini. Infornare a 180° per 12 minuti a forno statico. Usare l’emulsione per confire il tonno. Aggiungerci a cascata le nocciole. Accanto porre la verdura leggermente salata e un grissino. Il piatto andrà mangiato o aggiungendo direttamente le verdure alla tartare oppure procedendo prendendo un po di verdure e un po di tonno e mischiarle nello stesso assaggio. …

Mangiare in pescheria da I Pesciolini

La fishmania impazza a Milano, dopo l’apertura di Pescaria a settembre 2016, il trend di quest’anno sembra premiare i locali che propongono pesce fresco di qualità, puntando tutto su crudi e marinature, come il ceviche. Intanto le Pescherie milanesi, si sono attrezzate per permettere ai clienti più affezionati e non, di gustare il pescato del giorno proprio all’interno degli spazi di vendita. È il caso de I Pesciolini in corso di porta romana, piccolo locale che ci ha sorpreso per l’accoglienza della sala e per l’offerta varia e non scontata di specialità di mare. Qui è possibile pranzare, cenare oppure prendere un aperitivo: noi abbiamo deciso di provare la formula dell’happy hour. Il servizio: appena entrati siamo stati accolti da un ragazzo molto gentile che ci ha fatto accomodare al nostro tavolo e ci ha consegnato il menu lasciandoci il giusto tempo per scegliere che cosa ordinare. Durante la serata ci ha saputo consigliare molto bene per comporre una piccola degustazione che ci desse l’opportunità di assaggiare differenti proposte. L’ambiente: il bancone del pesce visibile dalla …

Potafiori: a pot of flowers and food.

Di Marzia Merlino Non è solo il cibo ma certi locali e le loro atmosfere sono capaci di trasmetterti calore, atmosfera, allegria, anche nelle giornate più uggiose. Mi aveva incuriosito un nome vicino casa mia, zona bocconi, dove l’elemento chiave pareva essere l’arredamento del locale, i fiori, da cui il nome “Potafiori”. Immaginavo già di mangiarne alcuni ricoperti di cioccolato o dentro al cappuccino…d’altronde sono anni che i fiori si accompagnano all’insalata! Invece l’insalata non c’entrava nulla. Il concetto è il risultato del percorso personale di una donna bergamasca (così si spiega anche la scelta del nome), Rosalba Piccinni, che ha messo insieme due passioni: i fiori e la cucina, aggiungendo of course un po’ di musica. L’ambiente: il locale è unico per mille dettagli, come i vasi che circondano i tavoli, di forme e colori diversi, sfumature, come i centrotavola, tutti freschi e differenti, sapientemente composti anche al momento (qui oltre a fare il cameriere devi essere anche un po’ fiorista, così dopo aver sparecchiato poti i fiori), piante tropicali, specie di fiori mai visti ed …