All posts tagged: colazione

Ortobello, mangiare bene al chiringuito di San Siro

Articolo di Davide Fontana e Sara Brusoni Di fronte al Chirinquito di San Siro si trova Ortobello, un bar-ristorante dove potrete gustare pietanze semplici, sempre fresche e genuine dalle 9.00 del mattino fino alle di 2.00 di notte. Da Ortobello si inizia la giornata con un’ottima colazione a base di dolci artigianali (anche senza glutine) a seguire brunch dolce e salato. Per pranzo vi è un’ampia scelta di hamburger, club sandwich ed insalate di stagione. La cucina ha come filosofia predominante il rispetto delle materie prime e la genuinità degli ingredienti. Tutti i prodotti da loro utilizzati provengono da piccoli produttori presenti, prevalentemente sul territorio lombardo e in alcuni casi in tutta Italia, la ricerca dei due proprietari è continua, si percepisce la passione per questo lavoro e tutto l’impegno che ci mettono nel proporre una cucina semplice ma di qualità, adatta davvero ad ogni momento della giornata. Bellissima è l’attenzione verso il cliente,  l’atmosfera è allegra e cordiale. Che sia pranzo, cena o uno spuntino notturno vi sentirete sempre a proprio agio. Gli ortaggi …

Torta grano saraceno e mirtilli di Massimo Pica

Torta grano saraceno e mirtilli: una sana bontà Scopriamo insieme come preparare la genuina torta grano saraceno e mirtilli: ecco la ricetta di Massimo Pica INGREDIENTI: -134g di grano saraceno -34g fecola di patate -167g di burro morbido -167g zucchero semolato (100g + 67g) -167g farina di mandorle -4 uova temperatura ambiente -11 g lievito chimico -13g pasta di vaniglia o 2 bacche -confettura di mirtilli rossi q.b. -zucchero a velo q.b   PROCEDIMENTO: Lavorare il burro con 100g di zucchero semolato, aggiungere i tuorli e continuare a lavorare fino a montare il composto. Aggiungere la farina già mescolata con il lievito, la farina di mandorle e gli aromi. Montare a neve gli albumi aggiungendo i 67g di zucchero semolato poco per volta e continuare a lavorare sino ad ottenere un composto ben montato. Inglobare gli albumi all’impasto con delicatezza. Dressare il composto negli stampi fino a 1/3, farcire con confettura di mirtilli e completare con altro impasto. Abbattere, cuocere da congelato a 175°C . Far raffreddare e spolverare con lo zucchero a velo.  

Potafiori: a pot of flowers and food.

Di Marzia Merlino Non è solo il cibo ma certi locali e le loro atmosfere sono capaci di trasmetterti calore, atmosfera, allegria, anche nelle giornate più uggiose. Mi aveva incuriosito un nome vicino casa mia, zona bocconi, dove l’elemento chiave pareva essere l’arredamento del locale, i fiori, da cui il nome “Potafiori”. Immaginavo già di mangiarne alcuni ricoperti di cioccolato o dentro al cappuccino…d’altronde sono anni che i fiori si accompagnano all’insalata! Invece l’insalata non c’entrava nulla. Il concetto è il risultato del percorso personale di una donna bergamasca (così si spiega anche la scelta del nome), Rosalba Piccinni, che ha messo insieme due passioni: i fiori e la cucina, aggiungendo of course un po’ di musica. L’ambiente: il locale è unico per mille dettagli, come i vasi che circondano i tavoli, di forme e colori diversi, sfumature, come i centrotavola, tutti freschi e differenti, sapientemente composti anche al momento (qui oltre a fare il cameriere devi essere anche un po’ fiorista, così dopo aver sparecchiato poti i fiori), piante tropicali, specie di fiori mai visti ed …