Uncategorized
Leave a comment

Un angolo di Giappone a Milano: tre ristoranti da non perdere 

Siamo nell’era della cucina giapponese 3.0.
Non che sushi e sashimi abbiano perso il loro fascino ma abbiamo compreso che la cucina giapponese è un’universo piuttosto vasto e complesso con una grande varietà di piatti che val la pena di essere scoperto per la diversità dei gusti e delle pietanze.
Noi ci siamo incuriositi e abbiamo iniziato ad andare alla scoperta dei ristoranti giapponesi autentici a Milano per voi.
Ed ecco che iniziamo a condividere le nostre chicche.

Gastronomia Yamamoto

IMG_0456.JPG
Inaugurata l’autunno scorso a Milano, in zona Missori, da Aya e la madre Shih Chy Yamamoto, la Gastronomia Yamamoto offre un vero scorcio sulla cucina giapponese casalinga. Sia per le pietanze che per l’atmosfera.
Qui potrete trovare specialità d’asporto, come bento (l’equivalente giapponese d’asporto della nostra schiscietta che comprende riso, verdure, carne, pesce, alghe) o sperimentare i piatti direttamente nella sala del ristorante, intima ed essenziale. Dagli onighiri (triangolini di riso e alghe dai gusti più vari, come salmone, tonno, prugne) al sandwich con cotoletta di maiale accompagnata con la salsa tonkatsu
. L’anguilla, saporita e carnosa, ovvero l’Una-don sul letto di riso. O la bistecca giapponese, ovvero il Donburi con salsa a base di soia e burro. Senza contare le proposte del giorno, come udon e soba in brodo.
Prezzi abbordabilissimi e personale delizioso.

Sakeya

IMG_1506.JPG

Un po’ più pretenzioso il Sakeya, in zona Navigli.
Menu’ raffinato, vasta offerta di sakè e ambiente curato nei minimi dettagli.


Il consiglio della casa è la condivisione: sperimentare le varie specialità della tradizione nipponica, tra yakitori, anguilla, polpettone di polpo (eccellenti!), trancetti di salmone a bassa temperatura con ricotta fresca, alga kombu, fiori di wasabi e uova di salmone. 


Poi c’è il wagyu, che merita di essere assaggiato. Conto sui 70 euro ma qualità e creatività sono indiscutibili.
Se volete potete andare anche dopocena per una degustazione di sakè, ne vale anche solo per l’atmosfera.

 Kanpai Un po’ ristorante, un po locale , Kanpai nasce dalla passione di tre ragazzi italiani per il Giappone. Ecco perché anche qui si respira un’aria davvero speciale.

Fin dalla toilette, che merita di essere vista, perché è strutturata come un…non ve lo dico nel dettaglio ma comunque come un pezzo di Tokyo.

I piatti sono piccole porzioni di specialità giapponesi autentiche.

Troviamo il pollo fritto marinato allo zenzero (karaage), l’okonomiyaki, lo stracotto di pancia di maiale, le verdure in salamoia, gli yakitori, ovvero gli spiedini grigliati o fritti, con carne, verdure, pesce, e salse fatte in casa.

Un plus sono i cocktail specialissimi da accompagnare al pasto,
Conto sui 35/40 con bevande incluse.

https://www.kanpaimilano.it

Queste sono solo le prime tappe, i posticini giapponesi da scoprire sono tanti, stay tuned!
Rimanete con noi!

 

 

Filed under: Uncategorized

by

Figlia dei mitici anni 80 con due grandi passioni, la scrittura e l'enogastromia. Curiosa di natura, esploratrice per vocazione, amo scoprire nuovi sapori, abbinamenti, ristoranti e per questa ragione collabora con diverse testate sezione food, come Iodonna.it, identitàgolose.it, oggi.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *