Month: dicembre 2016

Notte di San Silvestro e cibi portafortuna. Lo sapevate che…

Il 2016 e’ arrivato al termine. E tradizione vuole che a Capodanno vengano rispettati rituali ben precisi per salutare l’anno vecchio e accogliere il nuovo. Altrimenti la fortuna ci volterà le spalle per l’anno intero. E non provate a dirci che voi non siete superstiziosi e non ci cascate mai! In un modo o nell’altro qualche piccolo accorgimento sotto sotto lo  seguiamo tutti. C’è la biancheria rossa, il bacio sotto il vischio, ma soprattutto le tradizioni da seguire a tavola. Alcuni piatti la Notte di San Silvestro sono immancabili, per ottenere benessere e prosperità. Tutti sappiamo bene o male quali sono (almeno i principali) ma forse molti di noi non sanno il perché hanno conquistato e cosa simboleggiano esattamente. Scopriamo il perché! Lenticchie La regola generale è mangiare piccoli alimenti in grande quantità. Come per le lenticchie , legume insostituibile per il cenone del 31, che secondo tradizione portano soldi e fortuna economica.  La credenza deriva dal loro aspetto, simile a piccole monete. Ecco perché più se ne mangia meglio è. Maiale Ci sono poi lo zampone e il …

Natale on the road

Sono italiano, non posso farlo, sarebbe una delusione troppo grande. Neanche mia mamma lo fa, neanche lei che prima del ciuccio mi ha comprato un biglietto aereo. La legge è legge: “ Pasqua con chi vuoi, ma Natale con i tuoi”. Mi sarebbe piaciuto raccontarvi di miei Natali trascorsi in posti meravigliosi, magari esotici, ma l’unico Natale che ho vissuto è quello nella ridente Milano Rogoredo, dove si inizia con mille antipasti fino al Panettone delle 17 e alle 18 è già il momento giusto per il Brodo che “slavà giò” ( traduzione dal milanese = pulisce), ovviamente il brodo è di carne, ovviamente è murato di tortellini! Prima o poi ci renderemo conto che per slavà giò, dopo l’abbuffata natalizia, serve in alternativa idraulico liquido o un miracolo.. sorvoliamo che non è questo il tema. Ho deciso così di assoldare dei miei amici stranieri per farmi raccontare il loro Natale. La prima a rispondermi è stata la mia Mamma America Judith con il suo NATALE CALIFORNIANO. Il natale si celebra tra amici e paranti, …

Natale is coming! 5 idee regalo per food addicted

Di Elisa Nata Senza dubbio non sono una pianificatrice. Se posso rimandare qualcosa state certi che escogiterò mille ragioni per farlo, senza eccezione per le faccende che amo particolarmente, come i regali di Natale. Ebbene si, sono una di quelle persone a cui piace fare i regali di Natale (e anche riceverli) ma anche quest’anno sono estremamente in ritardo e, inutile sperare diversamente, mi ridurrò a fare i miei mille acquisti alla Vigilia. Ecco perché ho pensato potesse esservi utile qualche idea last minute, anche se siamo quasi vuoi tempo massimo, per ottemperare alle vostre vicende natalizie nel migliore dei modi e fare bella figura. E dato che , almeno per me, i regali gastronomici sono sempre i più graditi, ho deciso di circoscrivere i miei consigli a questo comparto. 1.MACARONS Avete presente quei graziosi pasticcini rotondi, colorati (ogni colore un gusto), con una delicata crosticina a guscio che rende il contatto con l’interno morbido ancora più piacevole? Io li ho conosciuti in Francia e me ne sono letteralmente innamorata. Sto parlando dei macarons, i dolcetti francesi composti da due …

Irlanda. Viaggiando, gustando, birrando. Love it.

Immaginate di passeggiare per la spumeggiante Dublino oppure di trascorrere una giornata a fare foto lungo la spettacolare Wild Atlantic Way dove gli occhi si nutrono di scogliere mozzafiato come le Cliff of Moher, immaginate poi di passeggiare lungo una bellissima spiaggia della Dingle Peninsula, o di trovarvi in sella ad una bici pedalando nel meraviglioso parco di Killarney. Nelle orecchie come sottofondo la musica dei Passengers o dei Marford&Sons. Ora chiudete gli occhi e lasciatevi trasportare in questi luoghi. È tutto perfetto! A questo punto aggiungete a cotanta bellezza della pioggia torrenziale e un vento che soffia a Mille nodi… e così, immediatamente vi ritroverete come l’irlandese imbruttito a dire “NEVER A JOY” Ecco: questa è l’Irlanda per me: una terra meravigliosa, dove il cielo è talmente vicino che si ha l’impressione sia sufficiente alzare la mano per afferrarlo, dove il blu del mare e il verde dei prati sembrano fare a gara per riuscire ad incantarti per primo, un paese con un clima non propriamente mite, abitato da gente estremamente accogliente e disponibile. …

Amanti della carne, nuova apertura a Milano: Spencer Smoked Soul

Spencer Smoked Soul, la dimora della cucina affumicata Facciamo una premessa: non mi definisco una vera patita della carne. Mi spiego meglio: se ho la possibilità di scegliere tra carne e pesce, probabilmente scelgo la prima, ma dipende sempre da com’è cucinata, da quali salse vengono proposte in abbinamento, se c’è qualche elemento in più ad arricchire  la portata (ad esempio sono una fanatica del tartufo, perciò filetto o battuta con una spolverata del costosissimo fungo di certo non me li faccio scappare). Se invece mi viene proposta un’ottima bistecca, così, nature, o che ne so, dei tortelli di zucca con fonduta, scelgo senza dubbio i tortelli. Detto questo, sono sicuramente un tipo curioso. Ecco perché, quando Giordano, il proprietario di Nabi, locale bio in Porta Romana, mi ha raccontato che avrebbe aperto, insieme ad un socio, un nuovo locale specializzato in cucina affumicata (e carne in particolare) in zona Bocconi mi sono incuriosita e ho subito voluto sperimentarlo. Così ieri sera, con entusiasmo e interesse, sono andata da Spencer, anche per essere una delle prime a dire la mia. DAL PIATTO PRINCIPALE AL …

L’Artigiano in Fiera 2016: 7 ristoranti dove mangiare low cost

Dicembre è iniziato e come ogni anno uno dei primi appuntamenti del mese a Milano è L’Artigiano in Fiera. Da oggi fino all’11 dicembre Rho Fiera sarà il palcoscenico delle piccole e medie imprese artigiane di tutto il mondo, che metteranno in mostra (e in vendita) i loro prodotti, offrendo la possibilità ai visitatori di vedere, toccare e accaparrarsi gli oggetti che attirano la loro attenzione. Ma oltre ai 3000 gli stand espositivi dove acquistare creazioni uniche e originali -che spesso vengono destinate ai regali natalizi – l’evento, a ingresso gratuito, è una ghiotta occasione per sperimentare profumi e sapori del mondo, perché grande spazio è dedicato al cibo e alle specialità gastronomiche di ogni paese, dall’Italia al resto del mondo. I visitatori potranno scegliere tra 41 ristoranti, (affiancati in molti casi da piccoli “empori del gusto”dove poter acquistare prodotti tipici) e ogni tipo di proposta, dallo street food alla ristorazione un po’più sofisticata. Ce n’è per tutti i gusti; dalla ricchissime e classiche ricette italiane a specialità particolari e insolite come la carne di coccodrillo australiano, dalla raffinata cucina francese fino ai piatti speziati dell’estremo Oriente, dalla famosa …